Hai mai sentito parlare di Dolore Pelvico Cronico?

News

  • 16-02-2013
    Autore: Dott.ssa Nunzia Sgadari La frase “Donna non si nasce, lo si diventa” di Simone De Beauvoir (1949) fu lo slogan dei vari movimenti femministi che scossero il mondo dagli anni Ci...
  • 16-02-2013
    La malattia oncologica pone, chi ne è coplito, di fronte ad una frattura che investe la vita e che sconvolge la quotidianeità dio tutte le persone che direttamente o indirettame...
  • 21-02-2013
    Il trattamento dei disturbi ansiosi in generale e dei disturbi che attaccano la sfera del corporeo nello specifico, merita una trattazione approfondita della dimensione corporea. Questa dimensione...
  • 03-05-2013
    Evento gratuito_15 Maggio 2013 ore 16:00/19:30 presso sede dell'Ordine dei Medici di Palermo (Villa Magnisi, Via Padre Rosario da Partanna). In linea con la campagna di sensibilizzazione per u...
  • 28-03-2014
    Nelle Donne il Dolore Pelvico Cronico può essere definito come dolore ricorrente o persistente, spontaneo o provocato, di 6 mesi o più di durata, localizzato alla pelvi, di gravit&ag...

Hai Mai Sentito Parlare Di Dolore Pelvico Cronico?

Nelle Donne il Dolore Pelvico Cronico può essere definito come dolore ricorrente o persistente, spontaneo o provocato, di 6 mesi o più di durata, localizzato alla pelvi, di gravità tale da causare disabilità funzionale e richiedere trattamento medico o chirurgico.

Il dolore viene percepito al basso ventre, può essere anale, rettale, genitale o addominale.

Possono esservi associati dolori urinari e fecali, dolore o disagio durante i rapporti sessuali, dolori mestruali.

Il trattamento è  multifattoriale, infatti, fattori biologici e psicologici possono concorrere al dolore pelvico e sessuale.

Possibili Cause

Cisti e masse ovariche, Malattia infiammatoria acuta della pelvi (PID), Sindrome da congestione pelvica, Retroversione dell’utero, Aderenze, Vestibolite vulvare, Cistite interstiziale, endometriosi, dismenorrea primaria e secondaria, malattia infiammatoria pelvica, congestione venosa, cistite interstiziale; problematiche gastrointestinali, muscolo-scheletriche e neurologiche.

Abuso sessuale, Ansia, Depressione, Stress prolungato, disturbi psichiatrici, disturbi Psicosomatici, ecc.

Ci sono Fattori Psicologici che influenzano la percezione del dolore?

Sì. Paura del dolore e suo significato, livelli di ansia e depressione, strategie di coping, storia psicosessuale.

Ci sono Fattori Ambientali che influenzano la percezione del dolore?

Sì. Qualita delle relazioni familiari, condizioni di lavoro e condizioni socio-economiche possono favorire una percezione errata del dolore.

A chi rivolgersi?

Di fronte ad una consulenza per Dolore Pelvico bisogna tener conto di tutto il vissuto anamnestico della donna. Come dimostrano i dati, in media le donne consultano 4-5 specialisti prima di poter ricevere una risposta sulle loro condizioni.

In primo luogo è importante escludere patologie di tipo medico. Il primo specialista da consultare potrebbe, essere il Ginecologo. In ogni caso è sempre bene consultare in primo luogo un Medico ed evitare trattamenti fai da te. Qualunque sia l'etiologia, è ormai ampiamente riconosciuta la necessità di un approccio multidisciplinare (ginecologo, gastroenterologo, psicologo, etc) in grado di trattare efficacemente il disturbo.

Quale ruolo può avere lo Psicologo Psicoterapeuta?

Il ruolo dello Psicologo Psicoterapeuta assume una importante funzione nel trattamento della sindrome.

Inoltre, in presenza di problematiche psicologiche più marcate, è chiaro che la presenza dello psicoterapeuta è imprenscindibile. Essendo una patologie che investe la persona nella sua totalità, negli aspetti più profondi della propria identità, la presenza di questo professionista diventa di cruciale importanza.

 

 

Torna alla lista delle news